Pierre Lepori

Pierre Lepori, nato a Lugano nel 1968, vive in Svizzera francese da vent’anni.

Laureato in lettere a Siena e dottore in storia del teatro all’università di Berna, è giornalista culturale per la RSI (Rete2) et la RTS (Espace2). Ha pubblicato due volumi di poesia (“Qualunque sia il nome”, Casagrande, 2003; “Strade bianche”, Interlinea, 2013), due saggi e tre romanzi (“Grisù”, “Sessualità”, Casagrande, 2007 e 2011; “Come cani”, Effigie, 2015) che ha lui stesso tradotto in francese (“Sans peau”, “Sexualité”, “Comme un chien”) per le Editions d’en bas.

Impegnato in avventure collettive come le riviste “Viceversa Letteratura” o “Hétérographe, revue des homolittératures ou pas:” (2009-2013) e nella vita teatrale romanda come critico e regista, ha tenuto corsi e mentorati presso l’Istituto Letterario Svizzero di Bienne e ama condividere un’idea della letteratura queer: fluida, translinguistica e multiculturale. 

Per il mentorato: prosa, poesia e teatro in italiano e/o francese

Foto: Anne-Hélène Darbellay
Foto: Anne-Hélène Darbellay